site creation software

27 luglio 2021

Jacopo Taddei | saxofono
Luca Ciammarughi | pianoforte


Chiesa di Sant’Antonio

Enrique Granados
Andaluza op.37 n.15
(Arr. per sassofono e pianoforte di Luca Ciammarughi)

Isaac Albeniz
Tango op.165 n.2

Astor Piazzolla
Studio n.3 da "Etudes tanguistiques"

Erik Satie
Première Gymnopédie - Trois Gnossiennes
(Arr. per sassofono e pianoforte di Luca Ciammarughi)

Igor Stravinsky
Piano Rag Music

Francis Poulenc
Romanza dalla Sonata per clarinetto e pianoforte FP 184

Philippe Geiss
Sax Heroes

François Borne
Fantasia brillante su arie della Carmen
(Arr. Iwan Roth e Raymond Meylat)

Luca Ciammarughi

Luca Ciammarughi è concertista, conduttore radiofonico e scrittore. Dal 2007 è in onda su Radio Classica: la sua trasmissione “Il pianista” è divenuta un riferimento nel panorama divulgativo italiano. Scrive per i
mensili MUSICA, Classic Voice, Suonare News. Ha scritto per Zecchini Editore il libro Da Benedetti Michelangeli alla Argerich e il volume Soviet Piano. Per LIM di Lucca ha scritto Le ultime sonate di
Schubert. Per Ponte alle Grazie ha pubblicato nel 2020 il libro Gli indispensabili. Ha studiato pianoforte presso il Conservatorio G. Verdi di Milano, diplomandosi con lode nella classe di Paolo Bordoni e ottenendo poi, con menzione d’onore, il diploma accademico in musica vocale da camera nella classe di Stelia Doz.
Come pianista concertista ha suonato per il Festival dei Due Mondi di Spoleto, Mito Settembre Musica, Autunno Musicale a Como, Taormina Arte, La Verdi, Mantova Chamber Music Festival, Società dei Concerti di Milano, Spoleto Festival USA di Charleston, Festival Guadalquivir in Spagna e molti altri.
Ha tenuto conferenze in numerosi Conservatori. Nel 2019 ha tenuto una conferenza sul violista e compositore Alessandro Rolla al Teatro alla Scala.
È stato più volte ospite a Radio Tre Rai. Ha scritto scritto libretti di cd per etichette quali Deutsche Grammophon, Decca, Sony, Warner Classics, Brilliant e programmi di sala per alcune delle più rilevanti istituzioni concertistiche italiane, fra cui il Teatro alla Scala e l’'Accademia Nazionale di Santa Cecilia. Spesso impegnato in lezioni-concerto, ha tenuto recentemente cinque conferenze al pianoforte nelle Sale Apollinee del Teatro La Fenice di Venezia. Ha collaborato come pianista e consulente musicale alla realizzazione del cartone animato “Max & Maestro” (Premio Abbiati 2019). Ha inciso per Da Vinci Classics un cd schubertiano a quattro mani con Stefano Ligoratti; tre cd solistici per ClassicaViva e Suonare Records. Ha pubblicato
per Concerto Classics due cd: “Nel salotto di Casella” e “The sound of Picasso”.
Durante il lockdown del 2020 è uscito in edicola, allegato al quotidiano La Repubblica per la serie Impronte Musica, un suo libro su Franz Schubert.
Nell'autunno 2020 ha tenuto una conferenza sulle Sonate per pianoforte di Beethoven all'Auditorium Parco della Musica di Roma per l'Accademia Nazionale di Santa Cecilia di Roma. È recente, per le Edizioni Ricordi, la curatela delle Greeting Cards per pianoforte di Mario Castelnuovo Tedesco.
Dal 2020 è direttore artistico del Festival “Pianosofia”presso la nuova Casa degli Artisti di Milano. Dal 2021 direttore artistico di PianoLab a Martina Franca.

Jacopo Taddei

A soli 25 anni, il saxofonista Jacopo Taddei, è alla ribalta sulla scena musicale classica internazionale. Nato a Portoferraio nel 1996, comincia gli studi musicali ad otto anni nella Filarmonica di Portoferraio e a nove anni è ammesso a frequentare la classe di Saxofono all’Istituto Superiore di Studi Musicali Mascagni di Livorno, dove studia fino al III anno con V. Barbieri, per poi trasferirsi al Conservatorio Rossini di Pesaro, dove si diploma con dieci e lode e Menzione d’Onore con F. Mondelci. Si laurea Magna Cum Laude e Menzione d’Onore al Conservatorio Verdi di Milano, con M. Marzi.Ventitré i primi premi assoluti ottenuti in competizioni internazionali che Jacopo ha vinto tra il 2006 e il 2019. Nel 2015, ad Umbria Jazz vince una Borsa di Studio per il Berklee College of Music di Boston dove gli è riconosciuta un’ulteriore cospicua fellowship. Dopo aver ricevuto l’incarico di Artista in residenza della Società dei Concerti per la Stagione 2018/19, momento saliente è stato l’invito dalla stessa Fondazione a comparire in cartellone nella Stagione 2019/20 come solista con i Nurnberger Symphoniker al Conservatorio di Milano in Sala Verdi e a Norimberga.Impegni di rilievo, nella primavera del 2021, sono state le collaborazioni con l’Orchestra della Scala, al Teatro La Scala di Milano, tra cui il dittico Die sieben Todsünden e Mahagonny Songspiel di Kurt Weill, in cui Jacopo ha raccolto plausi critici dal direttore Riccardo Chailly per "aver capito e interpretato perfettamente il senso sulfureo di questa musica straordinaria del primo Novecento". Nel gennaio 2022, con la Società dei Concerti, è prevista un’esibizione, in Sala Verdi, a Milano, come solista con l’Orchestra dell’ORT. Nel 2017 gli è stata conferita la Medaglia della Camera dei Deputati, come riconoscimento al talento. Nel 2020 è stato designato artista ufficiale testimonial dell’azienda francese Henri Selmer Paris. E’ artista Zac Ligature. Dopo il CD solistico prodotto dalla Michelangeli Editore, allegato alla rivista Suonare News. in occasione della mostra Picasso Metamorfosi, a Palazzo Reale di Milano, è uscito Il suo secondo CD “The sound of Picasso, realizzato per Concerto Classics e Skira. È stato in cartellone con recitals solistici per La Verdi di Milano, Società Umanitaria, Festival Omaggio all’Umbria, Festival Elba Isola Musicale d’Europa, Amici della Musica di Padova, Teatro Filodrammatici e Teatro Spazio89 di Milano. Fondazione Orestiadi di Gibellina, Fondazione Anfossi in Palazzo Tursi a Genova, Accademia Filarmonica Romana, Centro Culturale Francese “Grenoble” di Napoli, Accademia “Ludus tonalis” di Roma, in numerose sale da concerto come la Palazzina Liberty in Milano, Sala dei Giganti di Palazzo Livano a Padova, Villa Medici-Accademia di Francia a Roma, Auditorium Conservatorio Cherubini di Firenze, Triennale di Milano, Aula Magna dell’Università per Stranieri di Perugia. Dal 2013 Jacopo è artista della Gioventù Musicale d’Italia, che ha nel supporto ai giovani concertisti di talento lo scopo fondamentale del proprio impegno. Jacopo è dedicatario di composizioni di Christian Lauba, Francesco Libetta, Vittorio Montalti, Alessandro Solbiati, Francesco Ciurlo , Roberto Esposito, Emiliano Imondi, Fulvio Falleri. Ha tenuto masterclasses all’Accademia Italiana del Sassofono di Ostia Vetere, al Conservatorio Rossini di Pesaro e al Summer Camp di Fanano. È stato docente di Saxofono ai Corsi Musicali serali (CPSM) presso il Conservatorio Verdi di Milano. Nel 2020 ha suonato in streaming al Moncalieri Jazz Festival.

© Copyright 2021 Capraia Musica Festival - All Rights Reserved - Made with ♥ by Marco Pegoraro